Ottobre 2019

Video aziendali: 3 consigli per far centro!

“Ci serve un video che racconti la nostra storia, le ultime novità di prodotto, le nostre politiche di recruitment, la nuova sede che apriremo a breve e anche…” Oppure: “Vorremmo un video come questo: con lo stesso stile e con una musica simile”, senza spiegarci su cosa e mostrandoci semplicemente il filmato di un loro …concorrente. Sono due richieste pervenuteci in passato e meno rare di quanto si possa immaginare.

In pratica, c’è chi con un video vorrebbe dire tutto e chi sembra pensare a tutto tranne a cosa dire.

È pertanto importante che, anche nell’ambito delle video-produzioni, un consulente di comunicazione si dimostri in grado di guidare e sostenere i clienti nelle proprie scelte.

Per far centro con un video aziendale – che risulti in linea con le aspettative e ripaghi dei necessari investimenti di tempo e risorse – prima di avviare qualsiasi progetto, occorre innanzitutto rivolgersi 3 domande.

Perché?

È il quesito più ovvio: perché vogliamo realizzare un video?

Per presentare l’azienda o per conquistare nuovi clienti. Per promuovere un servizio o spiegare l’uso di un prodotto. Per attrarre talenti in azienda o come supporto a corsi di formazione o come intrattenimento a un evento. Quale che sia la risposta, ci aiuterà a valutare che tipo di video progettare. E, se la risposta non sarà una sola, allora meglio ipotizzare una serie di video: Se le “cose da raccontare sono troppe”, tanti filmati brevi saranno indubbiamente più efficaci.

A chi?

A quale target ci vogliamo rivolgere con il video e attraverso quali canali? Il filmato dovrà parlare a spettatori “in carne e ossa” e, dunque, sarà fondamentale definire messaggi – per quanto possibile – su loro misura. Parimenti, sarà importante capire dove e come lo distribuiremo perché influenzerà alcune scelte, ad esempio la durata.

Come?

Qual è lo stile di comunicazione aziendale?

Tranne se siamo una startup, la nostra azienda ha comunicato prima del nuovo video-progetto e continuerà a farlo anche dopo. E’ dunque importante comprendere se il nuovo video dovrà allinearsi a uno stile di comunicazione già consolidato, magari “integrandosi” con iniziative parallele e per le medesime finalità progettuali, oppure dovrà segnare l’inizio di un nuovo percorso di comunicazione del brand.

È fondamentale, dunque, rispondere innanzitutto a queste tre domande per realizzare un video che serva veramente alla nostra azienda. Ma c’è ancora un’altra domanda…

…con chi?

Solo chi ha adeguate competenze consulenziali tali da garantire una visione ampia della comunicazione e non solo focalizzata sul video da realizzare – può aiutare a tradurre queste risposte in un progetto video vincente. Sono, queste, competenze di cui sono prive le semplici strutture di video-produzione – a meno che, ovviamente, non si parli delle grandi società del settore che, di grande, però hanno anche i budget richiesti… – e che invece sono determinanti per l’esito dell’intero progetto. Sin dalla pre-produzione e, soprattutto, per la sceneggiatura che è la sua fase più strategica e delicata. Ma di questo parliamo in un altro post

Condividi su